MotoGP – GP Austria: La gara in diretta (live e foto)

Livetiming e commento dal circuito del Red Bull Ring

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP – GP Austria: La gara in diretta (live e foto)

Ciabatti “Grande emozione e soddisfazione. La vittoria è dedicata a tutti i ragazzi che non hanno mai smesso di crederci.”

Dall’Igna: “Soddisfazione enorm, ringrazio tutti i ragazzi a casa, spero che questo risultato li ripaghi degli sforzi. Grazie di cuore.”

Doppietta Ducati, soddisfazione incredibile in casa Ducati. Era da Phillp Island 2010 che la Ducati non vinceva, allora a riuscirci Casey Stoner.

Iannone, Dovizioso e Lorenzo, questo il podio del GP d’Austria MotoGP.

Inizia l’ultimo giro, Iannone va a vincere la sua prima gara nella Top Class riportando la Ducati alla vittoria! Euforia incontenibile al box.

Due giri al termine, la vittoria è una questione Ducati, con Dovizioso che tenta di riagganciare Iannone.

Si ritira intanto Aleix Espargarò.

Giro veloce di Iannone, 1’24.561. Il #29 sta assaporando il sapore della prima vittoria nella Top Class.

Cinque giri al termine, Iannone ha un vantaggio di 0.210s su Dovizioso, mentre le Yamaha sono ad oltre un secondo.

Iannone prova ad allungare, vincere prima di passare in Suzuki sarebbe una grande soddisfazione personale.

Iannone in testa, il poleman vuole questa vittoria, inseguita dalla Ducati da quando a guidarla era Casey Stoner.

Iannone vicinissimo a Dovizioso, l’attacco è imminente, suo il giro veloce, 1’24.628. Le Yamaha sembrano mollare.

Le due Ducati sembrano avere qualcosa in più, le Yamaha non riescono a colmare il gap.

Dieci giri al termine, giro veloce di Dovizioso, 1’24.686. Del quartetto quello che fatica di più è Valentino Rossi.

Dodici giri al termine, Iannone è a soli 99 millesimi da Dovizioso, mentre Lorenzo e Rossi sono sempre più vicini alla coppia Ducati.

Non molla neanche Lorenzo, che prova a riportarsi sotto alle Ducati.

Siamo giunti a metà gara, Iannone ha recuperato il gap su Dovizioso, ridotto a 0.168s, suo il giro veloce, 1’24.697.

13° giro – Aumenta ancora il vantaggio di Dovizioso, +0.419s su Iannone. Lorenzo e Rossi sono staccati rispettivamente di 1.016s e 1.349s. Marquez e Vinales sono ad oltre tre secondi.

Il vantaggio del “Dovi” su Iannone è di 0.405s.

13° giro – Allungano le due Ducati, con le Yamaha che non sembrano tenere il passo.

12° giro – Dovizioso passa sul traguardo con 0.275s su Iannone, Lorenzo e Rossi sono a 0,982s e 1.095s.

Black flag per Barberà, che non era era rientrato ai box dopo il jump start.

11° giro – Dovizioso allunga, mentre Rossi insidia Lorenzo.

10° giro – Dovizioso, Iannone, Lorenzo, Rossi, Marquez e Vinales.

Attacco di Dovizioso, che si porta al comando.

9° giro – Due Ducati seguite da due Yamaha, una Honda e una Suzuki.

8° giro – Dovizioso vicinissimo a Iannone, con l’abruzzese che ricordiamo ha la mescola più morbida all’anteriore.

7° giro – Iannone tenta l’allungo, ma Dovizioso non molla, così come le due Yamaha.

Giro veloce di Rossi, 1’24.925.

6° giro – Le due Ducati di Iannone e Dovizioso in testa, seguono Lorenzo, Rossi e Marquez, con quest’ultimo tallonato da Vinales.

I primi sei piloti sono racchiusi nello spazio di 9 decimi.

5° giro – Iannone, Lorenzo, Dovizioso, Marquez, Rossi, Vinales, Barberà, Laverty, Pedrosa e Redding.

Segnalati jump start a Crutchlow, Hernandez, Bautista, Barberà, Bradl

4° giro – Iannone, Lorenzo, Dovizioso, Marquez, Rossi, Vinales, Aleix Espargarò, Barberà, Pedrosa e Laverty

Errore in staccata per Rossi, con Iannone sempre al comando.

3° giro – Iannone, Lorenzo, Dovizioso, Rossi, Marquez, Vinales, Barberà, Aleix Espargarò, Pedrosa e Laverty.
Rossi
2° giro – Iannone, Lorenzo, Rossi, Dovizioso, Marquez, Vinales, Barberà, Aleix Espargarò, Pedrosa e Laverty.

Rossi attacca anche Iannone e si porta in testa, ma Iannone risponde e Rossi da primo è quarto, superato anche da Lorenzo e Dovizioso.

1° giro – Rossi, Iannone, Dovizioso, Lorenzo Marquez, Vinales Barberà, Espargarò, Pedrosa e Redding.

Rossi attacca Dovizioso, il pesarese è secondo.

Seguono Lorenzo, Marquez e Barberà.

Piloti schierati, semafori rossi accesi! Spenti! Il più veloce è Iannone, seguito da Dovizioso e Rossi.

Partiti per il giro di ricognizione, la partenza è vicinissima.

Si svuota la griglia, i piloti stanno per rimanere soli con le loro fide “compagne”, le loro moto.

Iannone unico pilota ad aver montato una gomma morbida all’anteriore, a riportarlo Loris Capirossi.

Incognita gomme, sono ben 48 i gradi sull’asfalto.

Dieci minuti al via del Gran Premio d’Austria classe MotoGP.

Danilo Petrucci, rider Team Pramac Ducati

C’è anche Mick Doohan in griglia, che si augura un bel risultato della Ducati

Tutti i piloti sono schierati in griglia, in borghese c’è anche Jack Miller, che non parteciperà alla gara dopo la caduta del warm up.

Ecco le gomme Michelin a disposizione dei piloti.

I piloti entrano in pista, la pitlane chiuderà tra 4 minuti. Iannone saluta il pubblico, accorsi numeroso qui in Austria, lo segue Valentino Rossi.

Jack Miller non parteciperà al Gran Premio dopo la caduta del Warm Up.

Tutto pronto in casa Ducati

Venticinque minuti al via del Gran Premio d’Austria classe MotoGP. I piloti studiano gli ultimi dettagli ai box.

Rimanete sintonizzati, domenica 14 agosto al Red Bull Ring è in programma il Gran Premio d’Austria, decima tappa del motomondiale 2016, che potrete seguire Live da questo sito.

Dalle ore 14:00 la diretta della gara,ma già dalle ore 13:45 saremo in diretta. Dalla pole scatterà Andrea Iannone (nella foto), che in qualifica ha preceduto Valentino Rossi e il team-mate Andrea Dovizioso. Seconda fila per Jorge Lorenzo, Marc Marquez e Maverick Vinales.

Le gare delle classi Moto3 e Moto2 hanno visto i successi di Joan Mir e Johann Zarco, ma i colori italiani sono stati grandi protagonisti. Clicca qui per i report Moto3 e Moto2.

Stay Tuned

Alessio Brunori

14th agosto, 2016

Tag:, , , , ,

Lascia un commento








Facebook
Copyright © 2011 Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini